G A L L E R I A   I M M A G I N I

Thomas SANDERLING
Thomas Sanderling è cresciuto a San Pietroburgo, dove il padre, Kurt Sanderling era direttore dell’omonima Orchestra. Dopo essersi diplomato al Conservatorio della città russa, ha studiato direzione d’orchestra  all’Accademia Musicale di Berlino Est. A 24 anni è diventato Direttore Musicale dell’Opera di Halle (Germania). Contemporaneamente, iniziò a dirigere le maggiori orchestre dell’Est della Germania compreso la Dresdner Staatskapelle e la Gewandhaus Leipzig. Vinse il Premio della Critica di Berlino  per i suoi concerti alla Komische Oper.

 

Dopo che Shostakovich lo ebbe udito dirigere la State Orchestra of Russia,  gli diede le partiture della 13° e 14° Sinfonia di cui il giovane Thomas Sanderling  diresse la prima esecuzione assoluta a Berlino. Ha inciso anche  la prima registrazione di “Michelangelo Suite” l’ultima lavoro orchestrale di Shostakovich.

Questa incisione gli permise di guadagnare la fiducia di Leonard Bernstein e Herbert von Karajan, di cui diventò assistente.

La relazione di amicizia con Shostakovich lo avvicinò quindi a  tutte le maggiori  opere del compositore, che oggi sono tutte nel suo repertorio.

 

Thomas Sanderling ha diretto diverse orchestre internazionali: la National, Dallas, Baltimore e Vancouver Symphony  negli Stati Uniti, in Europa la Royal Stockholm, Oslo e Helsinki Philarmonic e in Inghilterra la Philharmonica, London Philharmonic e Royal Philharmonic. Appare anche regolarmente con altre orchestre in Germania, Italia e Olanda.

In Giappone ha vinto due volte in tre anni il Premio della Critica di Osaka  e nel 1992 è diventato Direttore Musicale degli Osaka Symphoniker e, recentemente, Direttore Musicale a vita.

Thomas Sanderling è ugualmente acclamato per la direzione d’opera. E’ stato direttore Stabile della Deutsche Staatsoper Berlin Unter den Linden dal 1978 al 1983 dove nel corso degli anni ha diretto un esteso repertorio di opere di Mozart, Beethoven, Weber, Wagner, Verdi, Smentano, Dvorak, Puccini, Tchaikowski, Richard Strauss. Tra le sue direzioni più importanti citiamo  l’Opera di Vienna  dove ha eseguito il “Flauto Magico”, di cui il Wiener Courier ha scritto “un nuovo direttore di Berlino ci ha regalato un Mozart pieno di misteri. Sorprendente”, “Le nozze di Figaro” alla Deutsche Opera di Berlino e alla Fenice di Venezia, oltre al “Don Giovanni” alla Royal Danish Opera.

 

Thomas Sanderling ha anche una relazione privilegiata con la St. Petersburg Philharmonik. La sua registrazione, con questa orchestra, della Sinfonia n.6 di Mahler ha avuto un grande successo, che è culminato nel 1998 con il Premio per la Musica Classica di Cannes (Francia). Il suo successivo CD delle Sinfonie di Brahms con la Philharmonia di Londra ha avuto anche numerosi riconoscimenti della critica e grande riscontro nelle vendite in tutto il mondo.

 

Ha avuto un ulteriore riconoscimento con il Premio della Critica di Cannes nel 2001 per la registrazione  della “Sinfonia n. 4” di Albéric Magnard con la Malmo Symphony nel 2001 .

Nel passato recente Thomas Sanderling ha diretto la Vienna Symphony, la Pittsburgh Symphony, la Detroit Symphony, la Dresden Philharmonic, la Tschaikowski Radio Symphony, l'Orchestra di Mosca in tour in Germania, la Royal Philharmonic Orchestra. Nell’ottobre scorso ha diretto la Bayerische Rundfunk Symphonie Orchester durante il Festival Shostakovich.


V I D E O